20 luglio 2012, di nuovo in piazza a Piancastagnaio

Non si ferma l’attività di controinformazione e sensibilizzazione delle popolazioni dell’Amiata da parte del coordinamento SOS Geotermia. Il 20 luglio pv, dalle 17 in poi,  saremo in Campo di Fiera a Piancastagnaio per discutere con i cittadini della difesa e del futuro del territorio amiatino e della saluta dei suoi abitanti.

Partecipate numerosi!

Di seguito il testo del volantino che sarà distribuito per l’occasione:

Riprendono le perforazioni di nuovi pozzi geotermici a Piancastagnaio

Sai che il piezometro messo dalla Regione Toscana a Poggio Trauzzolo, ci ha rivelato che il livello del serbatoio profondo di acqua dell’Amiata, che serve le popolazioni dell’Italia centrale, dagli anni ’70 si è abbassato di ben  200 m in tutta l‘Amiata ?

Sai che la geotermia consuma grandi quantità di acqua e  l’impoverimento dell’acquifero è avvenuto in concomitanza con lo sfruttamento geotermico e numerosi studi,( compreso l’ultimo che ha redatto la Regione Toscana chiamato Mobidic,)  presumono che  esista un collegamento tra la falda acquifera  e i campi geotermici?

Sai che per decenni abbiamo bevuto acqua con livelli altissimi di arsenico, aumentato  con l’aumentare dello sfruttamento geotermico senza che le autorità preposte informassero le popolazioni, e che solo da poco, (perché obbligati da norme europee) , tali livelli sono stati abbassati con costosi abbattitori che pagano i cittadini, senza nessuna ricerca delle cause che lo hanno provocato?

Sai che dallo studio epidiemologico della Regione sullo stato di  salute emerge chiaramente come il numero di morti e di malattie sia molto più alto nei comuni geotermici rispetto agli altri?

Sai quante tonnellate di sostanze nocive come mercurio, arsenico, acido solfidrico acido borico, oltre a radon ed altri inquinanti in tracce hanno emesso e continuano ad emettere le nostre centrali da quando è iniziato lo sfruttamento di questa energia né pulita né rinnovabile?

PERCHÉ L’ENEL SI DEVE ARRICCHIRE SULLA NOSTRA PELLE?

PERCHÉ CI DOBBIAMO FAR DISTRUGGERE TERRITORIO E RISORSE, COME LO HANNO DISTRUTTO A LARDERELLO, SENZA REAGIRE?

CI PUO’ ESSERE UN FUTURO PER L’AMIATA SOLO UTILIZZANDO ENERGIE PULITE E RINNOVABILI NON DISTRUTTIVE

INVITIAMO LE POPOLAZIONI ad  un  INCONTRO/CONFRONTO
per venerdì 20 c.m. dalle ore  17 alle 20 al campo di fiera
per scambiare opinioni e conoscenze e per decidere strategie di difesa.

Interverranno i ragazzi di Ecocompatibilmente di Sorano con spettacoli e canzoni. Ci saranno banchetti informativi e mostre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *