COMMEMORATA ALL’UNIVERSITA’ DELLA TUSCIA A VITERBO LA FIGURA DEL PROF. ROBERTO MINERVINI AD UN ANNO DALLA SUA SCOMPARSA

Si è svolta stamattina a Viterbo la prevista cerimonia in ricordo del Prof. Roberto Minervini nell’aula magna dell’università della Tuscia, presso la quale ha insegnato Biologia della pesca e acquacoltura. La cerimonia era stata organizzata dall’associazione Accademia Kronos, di cui Roberto era stato per molti anni responsabile scientifico.

Ennio La Malfa ha introdotto la cerimonia parlando della competenza e dell’impegno di Roberto nell’associazione ed ha letto un messaggio del sindaco di Orvieto, città di residenza del professore, il quale ha ricordato in particolare “il suo impegno politico, le sue capacità professionali, il suo impegno civile e a tutela dell’ambiente e del territorio, ma soprattutto le sue grandi doti umane”.

La professoressa Anna Maria Fausto, Docente e Pro-Rettore della stessa Università, ha ricordato-non senza commozione- le collaborazioni avute con Roberto, la sua competenza e la sua straordinaria umanità. Il prof. Giuseppe Nascetti, direttore del Dipartimento di Ecologia e Biologia dell’Università della Tuscia, ha parlato della sua amicizia con Roberto da studenti all’Università di Roma per poi ritrovarsi molti anni dopo a lavorare insieme al Centro Ittiogenico Sperimentale Marino di Tarquinia. E’ poi intervenuto l’amico dott. Uranio Mazzanti.

E’ stata poi la volta di Vittorio Fagioli e di Mauro Favero, delle associazioni, che visibilmente commossi, hanno tracciato il loro ultradecennale rapporto con Roberto ed il loro impegno -per onorarne la memoria e l’insegnamento- a portare avanti con più determinazione la battaglie che avevano visto Roberto in prima fila. Ne sono testimonianza la nascita della sezione orvietana di Accademia Kronos con la presidenza affidata ad Amelia, moglie di Roberto, che ha inteso così continuare l’impegno del marito, il Parco Culturale in definizione ad Orvieto che porterà il nome di Roberto, la nuova collaborazione di Vittorio Fagioli con la rivista “AK informa” che partirà le prossime settimane sui temi dell’ecologia, ed in particolare sul tema geotermia, che proprio nei giorni scorsi ha visto –dopo anni di impegno a cui aveva partecipato anche Roberto- cadere finalmente due tabù: l’Europa prende atto che la geotermia può essere inquinante e per la prima volta il Tribunale di Grosseto incrimina l’ENEL per inquinamento ambientale per via delle emissioni prodotte dalle sue centrali geotermiche in Amiata.

E’ stato quindi proposto, prima di terminare la cerimonia, una futura edizione di un “premio alla memoria del Prof. Roberto Minervini” – di cui si farà attrice l’associazione Accademia Kronos- rivolto al mondo universitario perché non vadano dispersi la sua capacità professionale ed il suo impegno civico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *