TERREMOTI IN AMIATA: Leggende metropolitane e ‘bugiardi a loro insaputa’

Girava (e forse ancora gira) la ‘leggenda’ che l’attività geotermica salvi l’Amiata dai terremoti, tanto è vero che –racconta sempre la favola– da quando ci sono le centrali non ci sono più stati terremoti.
Fin qui sarebbe poco male, visto che si raccontano anche storie di streghe, di ufo ed altre fandonie sull’Amiata, ma poi quest’anno, il 2 giugno scorso, un articolo de Il Tirreno ha tentato di accreditare come verità queste favole con la testimonianza degli autorevoli pareri di Alvaro Giannelli, ex sindaco di Castel del Piano, nonchè “espertissimo conoscitore dell’ambiente e della storia paesana e amiatina e memoria storica locale” e di Franco Ulivieri, presidente dell’Unione dei comuni.
Un organo di stampa non dovrebbe fidarsi solo delle ‘voci’ e dei ricordi dei ‘bei tempi’, ma andare a cercare qualche riscontro un po’ meno aleatorio delle chiacchiere di paese; abbiamo a suo tempo suggerito di andare a guardare sul Catalogo Parametrico dei Terremoti Italiani, curato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e reperibile facilmente su internet, lì avrebbero verificato che, per i terremoti di magnitudo superiore a 4, non c’era stata nessuna variazione dall’inizio del 1900 ad oggi, nel senso che ce ne sono stati sia prima che dopo l’inizio dell’attività geotermica.
Ma magari la leggenda si riferiva ad altri terremoti, magari anche inferiori a magnitudo 4? Allora bastava chiedere aiuto all’Enel (che avrebbe tutto l’interesse ad avallare la citata leggenda anzichè smentirla) che, nelle integrazioni del ‘piano di riassetto geotermico’, produce una mappa (che riproduciamo) con gli eventi sismici dal 1982 al 2009 dove di eventi sismici ne risultano parecchi e, soprattutto, concentrati nelle zone di sfruttamento geotermico di Piancastagnaio e S.Fiora. Che strano, no?
In un’epoca di correttezza, onestà e deontologia professionale ci si aspetterebbe che chi avalla queste leggende, una volta appurato di aver commesso un errore in buona fede, poi rimedi e ne dia conto con pari visibilità. Un velo pietoso sugli ‘esperti’ e sugli amministratori…

…neanche a farlo apposta
c’è stata una scossa il giorno 11 ottobre

Terremoto: scossa magnitudo 1.1 in provincia Siena, nessun danno
11 Ottobre 2012 – 09:51
(ASCA) – Roma, 11 ott – Una scossa di terremoto e’ stata avvertita dalla popolazione della provincia di Siena, le localita’ prossime all’epicentro sono Piancastagnaio, Abbadia San Salvatore e Radicofani. Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico e’ stato registrato alle ore 9,13 con magnitudo 1.1. Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano al momento danni a persone e/o cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *